Medicina Psicosomatica

La Medicina Psicosomatica, che nasce negli Stati Uniti negli anni Trenta del secolo scorso, è una disciplina che cerca di rifondare la medicina su nuove basi che tengano in conto la complessità psicofisica dell’essere umano. Partendo dalle evidenti relazioni tra emozioni e reazioni del corpo, volontarie o vegetative, comunemente osservabili in fenomeni come la paura, la rabbia, la risata o il pianto, la Medicina Psicosomatica estese il suo campo di ricerca al ruolo che la psiche possa rivestire nell’insorgenza delle malattie.

A tale proposito vennero realizzati molteplici ricerche nelle quali l’abituale approccio medico, venne integrato con uno studio della situazione psicologica dei soggetti esaminati. Gli studi mostrarono che in un gran numero di questi:

  • la presenza di un “conflitto emotivo”, ovvero di un forte desiderio (di ricevere amore, di ottenere attenzioni o di manifestare ostilità) che però viene represso per ragioni interiori (per mancata accettazione di ciò che rivela di sé, per paura di essere criticati o derisi) o per motivi esterni (situazioni oggettive che comunque portano a non poterlo soddisfare)
  • insieme a una reazione difensiva dell’Io che cerca di reagire al disagio (per esempio portando la persona a caricarsi di responsabilità e compiti maggiori di quelli che possa sopportare, per dimostrare a se stessa e agli altri di essere forte e autosufficiente)

possono creare delle tensioni emotive molto intense e durature che, in presenza di un evento che esaspera il livello di stress, conducono alla manifestazione del sintomo.

La Medicina Psicosomatica riesce a identificare un certo numero di relazioni tra il vissuto emotivo della persona e una serie di disturbi funzionali (dell’apparato digerente, circolatorio, respiratorio, del metabolismo e della produzione endocrina, ecc.), sui quali interviene integrando gli aspetti psicologici e quelli medici in tutto il processo che porta dall’identificazione della causa della malattia, alla diagnosi e alla cura della stessa.

Per saperne di più, vedi l’articolo Le rivoluzioni in atto nella medicina contemporanea. La Medicina Psicosomatica.



Nota: il Counseling non è psicoterapia, né un intervento di cura o un’attività sanitaria. Il Counseling è una professione disciplinata dalla Legge n. 4 del 14 gennaio 2013.