Counseling in Psicosomatica

l problemi di salute, soprattutto se di una certa importanza, rappresentano normalmente dei momenti di particolare difficoltà e delicatezza che le persone spesso affrontano con una sensazione di grande solitudine. Dopo una diagnosi rilevante, la persona è spesso confusa, incredula e spaventata: non comprende che cosa stia accadendo nel suo corpo, né perché; può sentire di perdere molti dei suoi riferimenti, fino a temere per la sua stessa vita. In queste circostanze è facile alimentare le aspettative più negative riguardo l’evoluzione della malattia, le quali però non aiutano il nostro organismo nel suo lavoro di ripristino.

Il  Counseling in Psicosomatica può essere di grande aiuto in simili circostanze, soprattutto nell’ambito di una collaborazione con l’équipe medica che si occupa del cliente. Applicando il principio in base al quale la salute del corpo è l’altra faccia del proprio vissuto emotivo (vedi la pagina Psicosomatica), il counselor psicosomatista aiuta la persona a mettersi in una posizione attiva e di forza interiore capaci di potenziare le naturali capacità di ritorno alla salute dell’organismo.

A tal fine, il counselor psicosomatista aiuta la persona a:

  • modulare la serie di paure generate dalla diagnosi
  • contenere la tentazione di identificarsi con il ruolo di “malato”
  • fare chiarezza sui processi in atto nell’organismo
  • creare un legame più forte e di maggior fiducia tra sé e il proprio corpo
  • assumere un ruolo attivo nelle scelte riguardanti la propria salute (medici, terapie)
  • mediare con i suoi familiari e l’équipe curante al fine di creare un ambiente sereno in cui essa possa sentirsi accudita, ascoltata e rispettata
  • risalire all’origine emotiva del sintomo, trovando un “senso” alla malattia in seno al “racconto” della propria vita
  • sperimentare da sé come il suo corpo stia rispondendo a un vissuto emotivo
  • comprendere come la sua implicazione nell’insorgere della malattia possa essere trasformata in un grande potere di intervento per recuperare la salute con la proprie forze
  • non distogliere lo sguardo dalla vita e dai propri progetti
  • comprendere quali bisogni profondi non abbiano fino ad ora ricevuto le necessarie attenzioni
  • comprendere come eventuali vantaggi portati della malattia possano essere ottenuti al di fuori di essa
  • sentirsi accompagnata mentre realizza i cambiamenti concreti che renderanno la sua via più piena e soddisfacente.

Per saperne di più vedi l’articolo L’intervento del Counseling in Psicosomatica.



Nota: il Counseling non è psicoterapia, né un intervento di cura o un’attività sanitaria. Il Counseling è una professione disciplinata dalla Legge n. 4 del 14 gennaio 2013.